Ecco un interessante articolo di Qz.com riguardante la possibilità di usare scrivanie per lavorare in piedi anche con i bambini delle elementari.

article-2623131-1DA9D08500000578-763_634x802

Ora che gli impiegati sono stati indottrinati sui benefici per la salute delle scrivanie per lavorare in piedi, ricercatori ed esperti stanno spostando la loro attenzione sui bambini.

Il professore associato alla Texas A & M, Mark Benden, ha recentemente testato una scrivania per lavorare in piedi utilizzando centinaia di studenti delle scuole elementari e misurato i cambiamenti nella loro consumo calorico e l’impegno in aula.

Lo studio probabilmente sarà pubblicato sull’ International Journal of Environmental Research and Public Health.

I bambini che lavorano sulle scrivanie per lavorare in piedi bruciano tra il 15% e il 25% più calorie durante la giornata scolastica di quelli che stanno seduti e dice Benden “osservandoli sembrano anche più impegnati”.

Racconta Benden “I banchi per lavorare in piedi hanno permesso agli studenti di muoversi e reso più facile per insegnanti e studenti interagire.
Anche quando i bambini hanno deciso di sedersi, hanno utilizzato sgabelli ritenuti sani per la loro postura e per il flusso di sangue, in contrasto con le sedie in plastica pensate per essere impilate con facilità più che sulla base di studi di ingegneria biomedica.
Per gli studenti obesi il lavorare in piedi ha avuto un impatto ancora maggiore, aumentando le calorie bruciate fino al 35%”.
Benden sostiene inoltre che scrivanie per lavorare in piedi potrebbero aiutare l’obesità infantile.

Benden racconta di un altro effetto positivo collaterale “le scrivanie da in piedi hanno anche finito per alleviare il mal di schiena degli insegnanti, perché non hanno dovuto piegarsi per aiutare gli studenti”.

Una preoccupazione relativa alle scrivanie per lavorare in piedi per i bambini è che questi si potrebbero stancare troppo. Benden sta conducendo uno studio, da due anni su studenti delle scuole superiori per indagare meglio il temna della stanchezza.

Nello studio, ai liceali si chiede di indossare il dispositivo che misura la risposta del corpo sia il giorno che la notte, piuttosto che semplicemente durante l’orario scolastico, come invece richiesto ai bambini delle elementari.
Benden sostiene che dai dati raccolti fin’ora gli studenti stanno avendo benefici dall’utilizzo delle standing desk e non sembrano stancarsi troppo.

L’altro potenziale problema delle scuole è il costo di questi nuovi banchi rialzati, che attualmente varia tra i 335 e 500 dollari. Una soluzione secondo Benden, potrebbe essere un banco per lavorare in piedi unico ogni due studenti.

Ecco un interessante video della prima scuola elemetare in Inghilterra (Bradford) che sta testando le standing desk sui propri studenti.
L’esperimento sembra stia dando dei buoni risultati, i bambini sembrano più focalizzati, attenti e per niente stanchi della nuova posizione.

Condividi l'articolo se lo ritieni utile

LEAVE A REPLY